Tecnologia, esperienza, ricerca e innovazione.

SONO DISPONIBILI I KIT PROFESSIONAL ED ELECTRONIC PER RANGE ROVER EVOQUE E LAND ROVER DISCOVERY |

Antifurto Blocca Sterzo Spplementare

Strumenti utilizzati per il test:

 

PREMESSA

Di solito il ladro d'auto non possiede grosse capacità tecniche, ma spesso il mercato degli antifurti è il loro primo sponsor.

I Ladri non sono cosi intelligenti come si può immaginare, ma sono solo pratici.
Infatti non possedendo grosse capacità tecniche (andrebbero a svaligiare le banche) sono costretti a raggiungere il loro obiettivo mettendo in campo la loro esperienza "di strada".

Abbiamo testato i vari prodotti dei nostri competitor simulando le tecniche di furto dei ladri anche non tentando di mettere in moto l'auto, dimostrando come sia possibile farne tranquillamente a meno.

In 90 secondi siamo riusciti a portare via l'auto in test ............... Ecco come abbiamo fatto:

Avete mai sentito parlare di furto da trascinamento?

Prima fase tempo circa 90 sec.:
1. In pochi secondi, abbiamo forzato la serratura dello sportello e ci siamo introdotti nell'abitacolo;
2. abbiamo rotto il bloccasterzo di serie e le eventuali sirene;
3. disinserito il freno a mano e messo il cambio in folle;
4. tramite la spinta di un'altro autoveicolo (poggiadoci al paraurti) ci siamo allontanati rapidamente, nascondendo l'auto (bastano anche poche centinaia di metri);

Seconda fase tempo circa 8 minuti:
5. una volta giunti in luogo sicuro dalla possibile vista del proprietario del veicolo, con molta calma abbiamo aperto il cofano del vano motore provveduto a sostituire la centralina (immobilizer) della casa automobilistica acquistata precedentemente come ricambio (oppure acquistata in uno scasso)
6. tramite la nuova chiave in dotazione, attaccandola con del nastro adesivo all'antenna dell'immobilizer, abbiamo messo in moto il veicolo in test e ci siamo allontanati definitivamente.......................

Ecco spiegato cos'è il furto da trascinamento.


BLOCCA STERZO SUPPLEMENTARE

Si compongono di un cono che contiene una serratura e il suo dispositivo applicato in un punto preciso sul canotto di sterzo al quale viene prima praticato un foro e successivamente "saldato" il cono allo scopo di dotare il veicolo di un bloccasterzo supplementare. La scelta del materiale collassabile (leghe a base di alluminio) effettuata dalle case costruttrici, pregiudica notevolmente la resistenza dei canotti di sterzo (non progettati per tale scopo....) rendendo i piantoni stessi estremamente fragili e non saldabili. Ciò deriva dall'obbligo di ottemperare alle norme di legge che impongono alle case costruttrici di adottare "piantoni di sterzo" dotati di un sistema di COLLASSABILITA' del piantone stesso. La modifica non eseguita dalla casa costruttrice è ILLEGALE e fa DECADERE LA GARANZIA DELLA CASA AUTOMOBILISTICA.

Inoltre rende il veicolo non conforme all'omologazione ottenuta precedentemente dalla casa automobilistica, esponendo il proprietario del veicolo al rischio di SEQUESTRO da parte delle forze dell' ordine per non conformità omologativa e al rischio di non passare la prescritta revisione presso i centri autorizzati.
1. Per tutti i blocca-sterzo supplementari usati nel test, è bastato fare leva mediante una robusta chiave da idraulico o un banale tubo di opportuno diametro, sulla parte "blindata" (il secondo blocca-sterzo) che fuoriesce dalla plastica di copertura del canotto dello sterzo al di sotto del volante, MODIFICATO ILLEGALMENTE. Tale azione ha provocato la rottura del canotto dello sterzo (che per sua natura è collassabile) e la conseguente asportazione violenta del bloccasterzo aggiuntivo, lasciando integro l'asse di sterzo contenuto nel canotto stesso, consentendo così la guida del veicolo! Guarda Video.
2. Mancando su tutti i blocca-sterzo supplementari da noi provati, un sistema antitaglio, con un flex a batteria o un seghetto manuale ci è bastato tagliarlo con la massima semplicità ed in pochissimo tempo);
3. essendo alcuni blocca-sterzo supplementari equipaggiati di serrature di tipo tubolare a 7 spine, notoriamente impiegate su flipper, videogiochi e cassette postali, o prive di protezione antistrappo/sfondamento, ci è stato facile aprirle e/o sfondarle.
4. Utilizzando bombolette di gas propano (tipo ricarica per accendini) od azoto in vendita in un qualsiasi ferramenta, le quali spruzzate opportunamente sul sistema di chiusura, provocano un immediato raffreddamento fino al punto di ghiacciare il materiale. Con una semplice martellata, si è ottenuta la frantumazione del dispositivo, consentendone la guida!


Torna alla Lista Antifurti



L'Antifurto che va' a Ruba


Sicurezza e Legalità

Con il nostro antifurto non decade la garanzia della casa automobilistica, si supera la revisione dell'auto e non si rischia che i carabinieri la sequestrino. Il nostro antifurto è omologato e certificato.


Video Dimosrativo